Léon Delagrange – Il primo volo

Risale alle ore 19,30 circa del 27 giugno 1908 il primo volo in Piemonte di un mezzo “più pesante dell’aria”.
Lo effettuò il pilota transalpino Ferdinand Léon DELAGRANGE, sulla vecchia piazza d’armi a Torino (ove ora si trova la zona delle ville della Crocetta), con un balzo di ben 250 metri ad un’altezza di circa 4-5 metri, con un velivolo biplano francese Voisin dotato di motore Antoinette a 8 cilindri a v da 50 hp.

02 DELAGRANGE LEON
Il volo si svolse alla presenza di centinaia di persone e di tutto “l’olimpo sportivo automobilistico aeronautico” (così “La Stampa” del 28 giugno 1908) e cioè:

“… i membri del Comitato l’ing. Cinzio Barosi, l’ing. Carlo Montù, il cav. Gatti Goria, il dott. Enrico Mens, l’ing. Artom, l’ing. Balloco, il maggiore Annibaldi, il conte Fossati, il conte di Mirafiori, il dott. Imoda, l’ing. Marenco, il cav. Rostain, l’ing. Sacheri, l’ing. Vicari, Gustavo Cremona e poi ancora il prof. Fano, il console di Francia cav. Di Pralon, il conte Ferrero di Ventimiglia, il cav. Lupo, il conte Rorà, l’on. Nofri, l’ing. Bertea, ed il sindaco sen. avv. Secondo Frola”.

Purtroppo il velivolo in fase di atterraggio toccò gli alberi con l’ala e precipitò (da 4 metri) senza danni per il pilota, ma i voli poterono riprendere solo dopo aver provveduto alle necessarie riparazioni.
I voli ripresero quindi il 4 luglio e si ripeterono nei giorni successivi (5, 8, 10 e 12 luglio).

03 Aereo Delagrange in volo
In particolare per la giornata del 5 luglio 1908, fissata per il tentativo di battere record di altezza e di durata, Torino fu tappezzata da manifesti che annunciavano la ripresa dei voli. All’esibizione assistettero alcune migliaia di persone, i principi di Casa Reale e tutte le autorità cittadine.
Così riporta “La Stampa” del 6 luglio 1908:

Fra gli intervenuti non mancano le autorità e fra queste ricordiamo il prefetto comm. Vittorelli, il questore comm. Carmarino, gli onorevoli Rossi e Albertini, il senatore Rignon, gli assessori Palestrino, Tacconis e Bonelli, il console di Francia Di Pralon. Il Comitato è al completo capitanato dal cav. ing. Carlo Montù il quale assieme ai colleghi ingegneri Barosi, Scheinbrood, cav. Gatti Goria, dott. Mens, comm. Sacheri, cav. Rostain, Mario Montù e Oreste Rossi va impartendo le ultime disposizioni…
Alle 17,45 accolti dalla marcia reale giungono in due automobili i duchi di Genova con i principini…
Qui lo ricevono il cav. Montù, il cav. Rostain, l’on. Teofilo Rossi, il console di Francia ed il conte Fossati”.

04 Delagrange volera

Purtroppo i record non furono battuti.
Durante i voli dell’8 luglio Delagrange portò a bordo alcuni coraggiosi passeggeri.
Dapprima la scultrice Thérèse PELTIER, che fu così la prima donna al mondo a volare su un aereo a motore. Ci piace per inciso ricordare come frivola curiosità che la Peltier per quell’occasione inventò ed indossò la “jupe-culotte” ovvero la gonna-pantalone.

05 Peltier su Delagrange To

Nel volo successivo salì a bordo l’on. ing. Carlo MONTU' che fu così il primo italiano a volare sul “più pesante dell’aria”.

06 Delagrange To 1Volo2

07 La Stampa Sportiva 19 luglio1908



2018 © Aero Club Torino - Tutti i diritti riservati - CF: 01395280017 - Credits

Privacy Policy Cookie Policy